You are currently browsing the category archive for the ‘arte’ category.

dedicata agli amori inestinguibili
che si estingono
in una tepida saudade

ecco,
amore mio,
questa sera non mi lasciare, non mi lasciare questa sera amore mio.
ho spezzato mille rose rosse, cento lame di cristallo,
e la moltitudine delle notti e delle lune che ti hanno accarezzato,
oggi non sono altro che flebili viatici per i tuoi seni stanchi.

fiotti di caldo umore sgorgano dallo squarcio nel mio petto,
gessato rossore agita dalle gote tue,
i riccioli con cui giocavo –
si bagna di assenza la tua apparizione_
i riccioli del tuo cranio
danzano,
lemmi,
sui sogni miei.

giaci fra di me, nelle mie braccia,
come quel giorno in cui per la prima volta
facemmo l’amore,
noi due,
cent’anni fa;
giaci fra di me, nelle mie braccia,
come una pallida rosa
il petalo di una promessa
lo stelo della nostra nudità,
e io ti conquisto con le mie labbra stanche,
un giorno di più,
un giorno di più.

.

.

scritta alcuni anni fa come se un uomo potesse tornare ad un amore ormai morto da tempo, sapendo che comunque nuovamente ne morrà, per catturare faticosamente ogni nuovo giorno d’amore o di tiepido affetto
come una conquista
.

che si estingono
in una tiepida saudade

Spogliatemi oggi nubi,
rendetemi vergine,
occhi gialli e labbra carnose
donatemi
e guance rossicce.

.

.

Da oggi incomincio a pubblicare qualche mio scritto e poesia.

Giorgio Gaber, senz’altro tra i più grandi pensieri dello spettacolo italiano della seconda metà del 900, tra i pochi davvero coerenti. Un dispiacere non averlo conosciuto di persona. Una critica potente e viscerale, ma profondamente sottile e riflettuta, che amo e da cui lascio criticare anche me stesso, come è giusto che sia…

Per me, un amore.

Giorgio Gaber – La strada

Mi fa male il mondo – Giorgio Gaber (1a parte)

Mi fa male il mondo – Giorgio Gaber (2a parte)

La Democrazia

Giorgio Gaber – Non insegnate ai bambini

Io se fossi Dio 1° (versione completa)

Io se fossi Dio 2° (versione completa)

Giorgio Gaber – Teatro Canzone – Il dilemma

Gaber – Quando è moda è moda

gaber giorgio …L’Illogica Allegria

COME COMMENTARE I MIEI POST

se volete commentare un mio articolo e non sapete come fare cliccate l'ultima delle parole scritte in blu presenti sotto il titolo di ogni post: se nessuno ha ancora commentato ci sarà scritto "Lascia un commento", se qualcuno ha già commentato ci sarà specificato il numero dei commenti presenti, ad esempio "7 commenti", ma potrebbero essere anche 5 o 10.000... ok? insomma voi cliccate lì e poi andate a commentare in fondo alla pagina. Se invece quel pulsante non fosse presente, andate in fondo alla pagina e commentate direttamente... BUON COMMENTO! :)

È CALDAMENTE CONSIGLIATO PERMETTERSI DI FARE ERRORI!

Questo sito in perenne modifica si propone di fare e dire tante cose e quindi si suppone che tante volte sbaglierà. La creatività presuppone la libertà di fallire, il cambiamento sociale anche. Un richiamo a questo concetto (e a molti altri) si trova anche in questo bel video qua! Permettersi di fare errori è forse il miglior modo per correggerli. Dato poi che di errori ne faccio tanti e che il mio pensiero è perennemente in evoluzione, non è difficile che al termine di un mio post possiate incontrare un aggiornamento scritto in rosso. Siete caldissimamente invitati a esporre critiche dubbi consensi e quant'altro di civilmente espresso al fine di contribuire all'aggiornamento e al perfezionamento dei miei pensieri! GRAZIE!!!

Aggiornamenti Twitter

Errore: assicurati che l'account Twitter sia pubblico.

Le immagini presenti sul blog non realizzate da me appartengono ai rispettivi proprietari e verranno rimosse in seguito a specifica richiesta.