Un gruppo di autori residenti a Bologna sotto lo pseudonimo attivista “Luther Blisset” scrive un romanzo in cui si descrivono 30 anni di lotte ai poteri temporale e spirituale e la loro repressione, decine di personaggi, 600 pagine che ti scorrono via in un lampo, tradotto in 14 lingue, la prima opera pubblicata da una major con una formula anti-copyright.
Da quando Lutero il 31 ottobre 1517 affisse le sue 95 tesi alle porte della Cattedrale di Wittenberg l’Europa non sarebbe stata più la stessa: da Thomas Müntzer e la Rivolta Contadina al Movimento Anabattista, dalla banda di Batenburg degli Armati della Spada alla comunità Loista di Anversa. Dal mercato sotterraneo di libri dissidenti, all’anabattismo italiano.
“Eresie, insurrezioni, battaglie, duelli, amori, amplessi, vendette, processi, roghi e piani mandati all’aria da imprevedibili rovesci del destino” [dal sito di Wu Ming, il nuovo nome collettivo degli autori].
Due personaggi inventati, due nemici, percorrono fedelmente 30 anni di storia Europea colma di personaggi ed eventi reali.
Un romanzo politico assolutamente attuale, chiave per leggere i nostri tempi.
Un romanzo insanguinato, duro.
Non pensavo che esistesse un libro tanto enorme, meraviglioso, infuocato come questo.
Non è un libro che tutti gli stomaci e tutte le mentalità possano tollerare.
Tra i migliori che siano mai stati scritti, secondo me.

Annunci